Ecco la fine degli influencer in Cina!

Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di come i più grandi influncer cinesi siano in un pozzo senza fondo.

A giungo, Austin Li, un live-streamer di 30 anni con oltre 60 milioni di follower sulla piattaforma di proprietà di Alibaba Taobao, ha interrotto bruscamente un live streaming. In seguito ha pubblicato che aveva avuto delle “difficoltà tecniche”, la maggior parte delle persone interpreta questo fatto come una censura da parte del governo, dato che sul web è un riferimento per l’anniversario del massacro di piazza Tienanmen del 4 giugno. Li non si sa se è stato arrestato, comunque il suo account rimane attivo, ma da quel giorno non ha più trasmesso in streaming o pubblicato qualcosa sui social media.

L’industria cinese delle live streaming è un’industria enorme che vale oltre 180 miliardi. Combinando il marketing televisivo in stile QVC con l’interazione dal vivo e la comodità di poter utilizzare un semplicissimo smartphone, tutto questo ha attirato 388 milioni di spettatori cinesi nell’ultimo anno. Il settore ha impiegato mezzo decennio per raggiungere il suo apice e influencer come Li sono diventati come delle celebrità di serie A in Cina. Sono stati approvati dal governo centrale come innovatori e creatori di posti di lavoro e sono noti per invogliare acquisti online per miliardi di euro. Ma Li e almeno altri due casi, questi imperi online sono stati rovesciati dall’oggi al domani in quella che sembra essere una repressione del governo.

Qualche mese fa gli influencer di streaming live più seguiti di Taobao, Huang Wei (noto come Viya online) e Zhu Chenhui (noto come Cherie), sono stati improvvisamente multati di milioni di euro per evasione fiscale  non avendo pagato una tassa locale. Anche dopo che ciascuno di loro si è scusato pubblicamente, i loro account di streaming live di Taobao e altre presenze sui social media sono scomparsi. Non hanno mai più ripreso a fare live streaming.

Prima di allora, gli influencer al loro livello erano considerati troppo grandi e troppo importanti perché le piattaforme tecnologiche e l’intero settore si rivoltassero contro di loro, ma la dura risposta suggeriva il contrario. Il risultato immediato della caduta di Huang e Zhu era stato che Austin Li, sopravvissuto alla repressione, ha beneficiato maggiormente assorbendo il traffico.

Taobao, la piattaforma di Alibaba dove si svolge la maggior parte di queste attività, ha avviato una campagna nel gennaio 2022 per supportare gli influencer di livello inferiore e medio con premi in denaro.

Ha anche cambiato le dinamiche tra influencer e brand. Per prima cosa, è probabile che gli sconti che i clienti usavano per ottenere attraverso influencer, non saranno della stessa qualità se lo streamer è più piccolo. Invece di fare affidamento sull’enorme portata degli influencer, molti marchi stanno costruendo i propri canali di streaming live. Il destino dei principali influencer è anche un chiaro segnale che le live streaming non possono sfuggire al controllo del governo. “I KOL (Key Opinion Leaders) di grandi nomi si sono evoluti in un enorme business e ora sono essenziali nell’e-commerce. Insieme ai giorni di paga multimilionari e all’elevata visibilità arrivano i rischi di un controllo microscopico e del contraccolpo dei social media”, afferma Franklin Chu, amministratore delegato statunitense della società di marketing Azoya International, che ha lavorato con Austin Li in passato.

Dal 2020, il governo ha rilasciato numerosi documenti normativi che affrontano diversi aspetti del business, mettendo il settore sotto stretta osservazione. Mentre influencer come Huang e Zhu sono scomparsi da Internet, i loro team di marketing e business stanno lottando per rimanere. Sia gli assistenti di Huang che quelli di Zhu sono diventati essi stessi influencer.

Se quell’aspetto si rivelerà per porre fine alla carriera di Li, questo è probabilmente ciò che farà anche la sua compagnia, Meione. Ma nessuna dichiarazione è stata ancora rilasciata dalla sua squadra, dalle piattaforme tecnologiche o dall’autorità di regolamentazione, lasciando in attesa tutti i suoi milioni di fan.

Questo è tutto riguardo gli influencer in Cina, ad un prossimo articolo.