Parliamo dell’Apple CarPlay

Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare dell’Apple carPlay 2023

Apple ha condiviso grandi aggiornamenti in arrivo su CarPlay al WWDC 2022. Arriverà nel 2023, CarPlay e agirà come un sistema operativo per i veicoli. Prenderà il controllo del quadro strumenti dell’auto per visualizzare gli indicatori di carburante e olio, temperatura del motore e altro ancora. Per ora, ci sono 14 fornitori di automobili che collaborano con Apple per integrare CarPlay nei loro prossimi veicoli.

Naturalmente, da circa sette anni si vocifera di un’auto completamente progettata da Apple.

La storia di “Apple Car”

Le voci di “Apple Car” affermano che il veicolo sarà un modello elettrico, in competizione con artisti del calibro di Tesla. Conosciuto internamente come progetto Titan, il veicolo potrebbe anche essere a guida autonoma. Le voci risalgono al 2014, quando la prima fuga di notizie descriveva il progetto Titan, come un modello di un veicolo con il logo della mela morsicata.

A giugno 2019 Apple ha acquisito Drive.ai, una startup nel campo dei veicoli autonomi. Ciò è stato confermato da Apple e la società ha ricevuto dipendenti, automobili e altri beni come parte dell’accordo. Infine, le ultime voci nella sequenza temporale di “Apple Car” risalgono a dicembre 2021, in cui un direttore senior dell’ingegneria e tre ingegneri sono partiti per una startup aeronautica. Nel novembre dello stesso anno, più rapporti rivendicavano il rilascio del 2025.

La prossima generazione di CarPlay

A prima vista, e in teoria, l’aggiornamento annunciato durante il WWDC 2022 rende CarPlay più interessante che mai. L’integrazione con l’hardware del veicolo consente la sintonizzazione radio o la modifica della temperatura interna. I widget sono inclusi per visualizzare calendari, meteo, controlli della casa intelligente e il viaggio in corso in Apple Maps.

Questo livello di integrazione non ha precedenti per CarPlay. In questo momento il sistema consente ai conducenti di accedere alle app basate su iPhone dal cruscotto di un veicolo. Le app incluse sono Podcast, Musica, Mappe Apple e altre.

L’iPhone comunicherà con i sistemi in tempo reale del veicolo e ciò avviene localmente come misura di privacy. L’interfaccia di CarPlay sarà in grado di adattarsi alle dimensioni dello schermo uniche di ogni veicolo. Come per iOS 16, l’interfaccia utente può essere personalizzata per soddisfare i desideri del guidatore.

Le collaborazioni con le case automobilistiche

Apple ha bisogno di lavorare sodo con le case automobilistiche per fornire questo livello di integrazione di sistema. Mai prima d’ora CarPlay è stato in grado di interfacciarsi con i sistemi in tempo reale di un’auto e ciò richiederà probabilmente una messa a punto.

Dopo l’anteprima nel keynote del WWDC, la nota azienda automobilistica BMW, Ha affermato di aver posto un “chiaro focus” sul proprio sistema di infotainment chiamato iDrive e continuerà a valutare CarPlay così com’è ora.

Come BMW, Mercedes stessa valuterà CarPlay, ma prevede anche di tenere discussioni con Apple per cercare di trovare un accordo. Volvo, invece, ha affermato prevede di supportare la nuova generazione di CarPlay nei veicoli futuri.

La connessione tra l’iPhone e un veicolo è un punto da considerare. Apple non ha condiviso dettagli, dicendo solo che accadrà sul dispositivo in modo diretto. Una connessione Bluetooth non è sufficiente per elaborare tutti i dati in tempo reale di un veicolo; quindi, per adesso si ha ancora bisogno di utilizzare i cavi fisici. In ogni caso apple, cercherà se “AppleCar”, riceverà l’attenzione aspettata dal pubblico di evolversi e migliorare la connettività.

Pur essendo già stato annunciato, ci vorrà diverso tempo prima che CarPlay arrivi nei veicoli e molto più tempo perché venga ampiamente adottato. Ciò che effettivamente viene fuori dai produttori di automobili ancora dubbiosi di lasciare che Apple si avvicini a sistemi diversi da quelli che è abituata a maneggiare e gestire.