Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di 8 modi per analizzare le crypto, prima di investirci.

Il mondo delle criptovalute è vasto e non ruota solo attorno a Bitcoin e blockchain. Ci sono oltre 5.000 criptovalute sul mercato oggi esistenti, secondo gli aggregatori di capitalizzazione di mercato delle criptovalute, e altre vengono lanciate ogni giorno, il che rende un po’ difficile per gli investitori decidere su quale investire.

In effetti, ce ne sono molti là fuori che non sono reali. I truffatori hanno visto potenziali opportunità e hanno progettato alcuni token per ottenere i soldi dalle persone. Che tu sia un principiante che cerca di investire nel mercato delle criptovalute o un investitore esperto, di seguito sono riportate alcune tecniche che ti guideranno nell’analisi di qualsiasi token.

Esamina il white paper del token


Il white paper di un token è dove troverai l’obiettivo del team per il progetto e i casi d’uso del token. In quanto tale, ti aiuterà a decidere se sono stati delineati obiettivi realistici

Valutare il team dietro il progetto:

Dopo aver acquisito una buona conoscenza dell’offerta del progetto, il passo successivo è valutare il team che sostiene il progetto. Qualcuno ha lavorato su progetti rispettabili in passato? Sono membri rispettabili dell’ecosistema blockchain? Quali sono le loro qualifiche?

L’obiettivo di questa valutazione è essere sicuri di investire in un token supportato da persone che sanno davvero cosa stanno facendo. Considera questa come un’analisi fondamentale che ti eviterà di investire in un’azienda che si limita a portare via guadagni.

Dai un’occhiata al progetto sui social media:

Un modo infallibile per investire in un ICO è tenere d’occhio la community del token sui social media. Qui scoprirai se il progetto ha una vasta comunità che sostiene la sua causa. Facebook, Twitter, Telegram e Reddit sono un buon punto di partenza.

Accertare le questioni di legalità:

Quindi hai trovato un ottimo ICO di token in cui investire, ma non ti è permesso partecipare a causa della tua giurisdizione. Infrangeresti la legge se andassi ancora avanti per fare un investimento.

Detto questo, devi essere sicuro che le autorità di regolamentazione del tuo paese non abbiano limitato la partecipazione a tali offerte. Tuttavia, le ICO non sono ancora regolamentate in un buon numero di regioni e le autorità di regolamentazione in alcune stanno lavorando su regole più amichevoli.

Verifica se il progetto del token sta risolvendo un problema importante:

La verifica di questo è un altro fattore chiave da non perdere quando si analizza un token in cui stai per investire perché determina il valore di utilità del valore di mercato di un token. Quindi, come investitore intelligente, una domanda a cui dovresti rispondere prima di investire in un token è questa: quale problema unico sta risolvendo questo token?

Prendiamo, ad esempio, Atayen Inc. Con la sua soluzione SaTT sta ridefinendo il settore pubblicitario e soprattutto il settore degli influencer, consentendo a chiunque di essere premiato per i propri post sui social network, con una piattaforma sviluppata all’avanguardia della tecnologia. Un altro è Vinchain; sta creando un database blockchain mondiale di informazioni che è sicuro al 100%, trasparente e accessibile a tutti, e così via.

Trova persone fidate:

È vero che potresti avere molto lavoro da fare e potresti non avere sempre il tempo di esaminare attentamente ogni progetto. Se questo è il caso, non dovrebbe essere a scapito dei tuoi soldi.
Sarà utile seguire persone fidate nello spazio delle criptovalute. Dovrebbero essere persone esperte che hanno una buona conoscenza dell’ecosistema e possono darti buoni consigli. Ti eviterà di passare ore davanti allo schermo ad analizzare un progetto.

Tieniti aggiornato sugli annunci di progetto del token:

Non vuoi investire in un token e andare a dormire, soprattutto quando i tuoi soldi sono in gioco. Pertanto, è buona norma seguire il progetto sui vari canali social. Troverai gli ultimi annunci su questi canali per tenerti aggiornato.

Tempi:

Il tempismo è tutto. Potrebbe essere l’ultimo della lista, ma è altrettanto importante perché la scelta del momento migliore per investire può influire sul ritorno sull’investimento. Di conseguenza, devi sapere se è il momento giusto per investire in criptovalute dato che ci sono mercati ribassisti e rialzisti.
Analizzare qualsiasi token crittografico non è una passeggiata. Tuttavia, avere questi suggerimenti in mente guiderà la tua selezione di potenziali monete che resisteranno alla prova del tempo e produrranno un profitto immenso nel breve e nel lungo periodo.


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di tutte le informazioni riguardo la Blockchain di Solana.

Solana è già una delle blockchain più popolari al mondo quando si tratta di token non fungibili (NFT) e finanza decentralizzata (DeFi). Attualmente è classificata come la quarta criptovaluta più popolare a livello globale e non c’è dubbio che l’interesse per Solana NFT, in particolare, sia alto.

Gli utenti desiderano piattaforme con transazioni più rapide ed economiche e Solana risponde a entrambe queste richieste. Di conseguenza, un certo numero di piattaforme leader si stanno spostando (o stanno già integrando) con Solana. E man mano che vengono aggiunte sempre più integrazioni, gli utenti passano a Solana a velocità sempre crescenti.

In breve, Solana è una blockchain pubblica e open source. È stata creata per ospitare un’ampia gamma di applicazioni decentralizzate scalabili (dApp) e la sua criptovaluta nativa è SOL. Come il resto delle blockchain più popolari al mondo, Solana supporta gli smart contract. Questo è di fondamentale importanza, poiché gli NFT vengono coniati e scambiati utilizzando contratti intelligenti: assegnano la proprietà, consentono agli utenti di accedere alle risorse digitali nell’NFT e così via.

Fondata nel 2017 da Anatoly Yakovenko, Solana è stata progettata per risolvere i costi elevati e le lente velocità di transazione che limitano la scalabilità di altre blockchain, come Ethereum e Bitcoin.

All’epoca, le blockchain potevano elaborare solo circa 15 transazioni al secondo (TPS). Le principali carte di credito, d’altra parte, potrebbero elaborare circa 65.000 TPS. Inoltre, gli utenti devono pagare commissioni per ogni transazione che tentano su una blockchain. Quando le reti blockchain si congestionano, come durante un popolare lancio di NFT, queste commissioni possono diventare proibitive e salire a centinaia di dollari. Solana è stato creato per risolvere entrambi questi problemi, e lo ha fatto anche bene.

Oggi, il TPS di Solana rivaleggia con quello di Visa e Mastercard, rendendolo un leader del settore in termini di velocità e scalabilità globale. Inoltre, il prezzo di Solana è sorprendentemente basso. A differenza di Ethereum e delle sue commissioni elevate, che rendono difficile l’utilizzo per coloro che non hanno una soglia di rischio elevata per partecipare al trading NFT, il prezzo delle transazioni di Solana è solo una frazione di un centesimo a testa. Ciò ha reso Solana straordinariamente popolare e uno degli ecosistemi in più rapida crescita nelle criptovalute.

Solana funziona su una combinazione di meccanismi Proof-of-Stake (PoS) e Proof-of-History (PoH). Questi algoritmi contrastano nettamente con i meccanismi Proof-of-Work (PoW) utilizzati da Ethereum e altre blockchain.

In breve, PoW richiede che i computer competano tra loro per risolvere enigmi complessi per aggiungere blocchi e transazioni alla blockchain. Questi enigmi sono straordinariamente complessi e richiedono molta potenza del computer per essere risolti, il che si traduce in quantità astronomiche di perdita di energia. Solana rimuove questi enigmi dall’equazione. Di conseguenza, non provoca lo stesso tipo di degrado ambientale e le sue prestazioni TPS sono molto più elevate.

In PoS, gli utenti scommettono un importo della loro criptovaluta per avere la possibilità di essere scelti casualmente come validatore di blocchi. Per scomporre ulteriormente questo aspetto, in PoS, i detentori di criptovalute puntano la loro criptovaluta Solana su un validatore . I validatori sono computer scelti per aggiungere il prossimo blocco di transazioni sulla blockchain di Solana in base alla quantità di criptovaluta Solana scommessa dai loro proprietari (insieme a una serie di altri requisiti). I validatori guadagnano SOL quando vengono selezionati..

Come risultato di questi due algoritmi, Solana è molto più veloce delle blockchain che l’hanno preceduta. Il team rileva che possono elaborare 65.000 transazioni al secondo al massimo; tuttavia, i numeri in genere si avvicinano in media a 3.000 TPS. È ancora straordinariamente veloce rispetto ai 15 TPS di Ethereum.

Il metodo più popolare per acquistare e vendere criptovalute è su uno scambio di criptovalute. Uno scambio di criptovalute è una piattaforma che consente agli utenti di acquistare e vendere criptovalute come SOL, Ether, Bitcoin e Dogecoin. Funzionano in modo molto simile ai mercati azionari tradizionali e alle società di intermediazione, tranne per il fatto che gli utenti negoziano ovviamente criptovaluta anziché azioni. Puoi acquistare e vendere SOL su tutti i principali scambi di criptovalute centralizzati, inclusi Young Platform, Coinbase e Binance. Gli scambi centralizzati come quelli menzionati qui sono generalmente i più facili da navigare e utilizzare, quindi sono migliori per i principianti.

Tuttavia, puoi anche utilizzare uno scambio decentralizzato (DEX). Questi funzionano in modo molto simile agli scambi centralizzati, tranne per il fatto che sono distribuiti su una rete di computer e non funzionano su un server centralizzato. Di conseguenza, non sono soggetti a regolamentazione. In particolare, non puoi acquistare SOL direttamente su un DEX se non possiedi alcuna criptovaluta. Puoi convertire USDC in SOL su un DEX, ma non puoi collegare il tuo conto bancario a un DEX e acquistare SOL. Ad ogni modo, è meglio indagare sugli scambi decentralizzati una volta che hai più familiarità con la blockchain e sai come proteggerti quando la usi.

Esistono diversi portafogli tra cui scegliere quando si tratta di archiviare le tue criptovalute Solana e NFT. Ma il punto importante è indagare su chi ha accesso ai tuoi dati. Se desideri essere l’ unico custode del tuo portafoglio SOL (gioco di parole), potresti prendere in considerazione un portafoglio come Phantom , poiché è uno dei più popolari portafogli non di custodia.

Con i portafogli di custodia, il fornitore del portafoglio può accedere alle tue chiavi private. Con i portafogli non di custodia come Phantom, nessuno tranne te può accedere ai tuoi dati, NFT e fondi. Phantom è anche intuitivo e ti consente di acquistare, vendere e archiviare facilmente i tuoi NFT e token sulla blockchain di Solana.

Per configurare un portafoglio Phantom, vai al sito Web dell’app . Per installare il tuo portafoglio, dovrai seguire i passaggi in linea con il browser che stai utilizzando. Per coloro che cercano privacy e sicurezza ultra, dovresti prendere in considerazione l’utilizzo di Brave . Tuttavia, non sei affatto limitato solo a questa opzione. Se sei un principiante, a questo punto, potrebbe essere meglio usare solo ciò che conosci.

Una volta completato questo passaggio, e se sei nuovo di zecca su Solana, seleziona “crea nuovo portafoglio”. Proprio come Metamask sulla blockchain di Ethereum, Phantom ti rilascerà una frase segreta di recupero. Questa frase ti dà accesso a ogni risorsa che detieni nel tuo portafoglio. Assicurati di conservarlo in un luogo altamente sicuro e non condividerlo mai con nessuno. Inoltre, non dovresti salvarlo sul tuo dispositivo, nel caso in cui sia violato.

Ora puoi trasferire la tua criptovaluta SOL in Phantom. Per fare ciò, una volta che il tuo portafoglio Phantom è aperto, fai clic su “deposita SOL” o “ricevi” per trovare l’indirizzo del tuo portafoglio, quindi premi il pulsante “copia”. Ora, vai a qualsiasi scambio che stai utilizzando e seleziona l’opzione “invia / ricevi”. Seleziona la quantità di SOL che desideri inviarti e premi “invia ora”. La transazione dovrebbe essere quasi istantanea. Puoi anche acquistare SOL con MoonPay direttamente nel tuo portafoglio Phantom inserendo la tua carta di credito o di debito.

Inoltre, una volta installato il portafoglio, puoi fissarlo nella parte superiore del browser, così puoi trovarlo facilmente la prossima volta che devi aprirlo.

Prima di creare il tuo NFT personale su Solana, dovrai avere un portafoglio Solana impostato per pagare la commissione, necessarie per coniare con successo il token. Inoltre, tieni pronto un altro indirizzo in modo da poter inviare il tuo NFT da qualche parte una volta creato. Puoi creare un portafoglio aggiuntivo se stai inviando l’NFT a te stesso o ottenere l’indirizzo da qualcun altro se hai intenzione di inviarlo a un amico.

Solanart è un mercato popolare e ospita una serie di progetti popolari, come Degenerate Ape Academy, Aurora e Solpunks. Ha una commissione di transazione del 3% per ogni vendita NFT di successo. C’è anche Solsea, che afferma di essere il primo mercato NFT che consente ai creatori di incorporare licenze quando coniano NFT.

Gli NFT di Solana differiscono maggiormente dagli NFT di Ethereum quando si tratta di utilità. Poiché Solana non ha le stesse tariffe elevate di Ethereum e poiché richiede agli sviluppatori di conoscere un linguaggio di codifica molto più impegnativo, è una catena ideale per i costruttori per provare idee nuove e selvagge.


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare del mercato nero del verificato di Twitter.

Il 15 agosto, un’e-mail allarmante è apparsa nella casella di posta di Diana Pearl, una redattrice di notizie con sede a New York. Qualcuno a Mosca aveva effettuato l’accesso al suo account Twitter verificato, si diceva. Pearl conosceva il tema del contenuto dell’e-mail in quanto somigliava alla precedente corrispondenza automatizzata di Twitter, con uno sfondo bianco minimo, testo nero e collegamenti blu.

Temendo per la sicurezza del suo account, Pearl ha fatto clic sul collegamento all’interno dell’e-mail che presumibilmente le avrebbe consentito di proteggere immediatamente il suo account e ha inserito la sua password esistente nella pagina Web seguente per aggiornarla.

Qualche istante dopo, è arrivato un messaggio in un gruppo di Telegram. Tutto ciò che conteneva era uno screenshot del profilo Twitter di Pearl e un collegamento. Tre ore dopo, l’amministratore ha scritto: “Venduto”.

Pearl era caduta preda di un attacco di phishing. L’e-mail non proveniva da Twitter ma da un hacker che aveva copiato l’aspetto di un messaggio ufficiale di Twitter. Pearl era fuori quando l’e-mail è arrivata e ha pensato che non poteva permettersi di aspettare fino a quando non fosse tornata a casa per leggerla sul suo computer. Inoltre, il tono urgente dell’e-mail ha spinto Pearl a reagire senza verificarne i dettagli. Se l’avesse fatto, avrebbe potuto notare l’indirizzo e-mail sospetto da cui proveniva o il fatto che il collegamento non portava all’URL ufficiale di Twitter. 

AD

L’account di Pearl era solo una vendita in un mercato nero vasto e altamente redditizio per gli handle verificati di Twitter. In questo particolare gruppo Telegram, il controllo di un account verificato di solito costa un paio di centinaia di dollari, che gli acquirenti di solito sperano di recuperare promuovendo truffe NFT. Tali furti si verificano regolarmente, con dozzine di profili che perdono ogni giorno se la frequenza delle nuove inserzioni sui mercati per i profili verificati è una prova. E nonostante anni di prove, le piattaforme sembrano impotenti a fermare il commercio in corso.

Quando l’account dello scrittore di The Atlantic Jacob Stern è stato compromesso a maggio all’inizio di quest’anno, è stato utilizzato per indurre i proprietari di Moonbirds NFT a trasferire i loro token nel portafoglio dell’hacker. In poche ore, l’hacker ha inviato centinaia di tweet annunciando un nuovo “drop” con un link di phishing, che ha spinto gli acquirenti a trasferire una somma di criptovaluta in cambio di un falso NFT o del tutto assenti. Il profilo della giornalista di MPR News Dana Ferguson è stato rinominato in modo simile ad agosto, ad eccezione del nome utente, che avrebbe revocato il badge di verifica, per rubare gli NFT di Killabears. Entrambi i compromessi si ricollegavano allo stesso gruppo Telegram, dove gli account erano messi in vendita.

Alcuni hacker arruolano persino artisti NFT più piccoli nella truffa. Quando la scrittrice californiana Marissa Wenzke è stata hackerata, il suo account ha condotto una campagna promozionale per il gruppo dietro la collezione NFT chiamata “Meta Battlebots”, un vero progetto artistico NFT senza ovvie truffe associate. Quando è stato informato che erano stati promossi da un account compromesso, l’ account Twitter ufficiale di Meta Battlebots ha risposto: “Nessun problema”. Un attimo dopo, hanno bloccato l’account del giornalista, ponendo fine alla conversazione.

Dipanjan Das, un ricercatore di sicurezza presso l’UC Santa Barbara che ha condotto uno studio approfondito sulle frodi NFT, afferma che un badge di verifica aggiunge un timbro di autenticità e un truffatore con un profilo Twitter verificato può attirare un’attenzione molto più forte e avere un impatto maggiore. E prendendo di mira l’ecosistema NFT multimiliardario, sia gli hacker che gli acquirenti o i truffatori possono recuperare i loro costi in pochi tweet prima che i proprietari dell’account avviino il processo di recupero.

Ampio è il modo in cui gli hacker si intromettono:

La maggior parte degli hacker dietro i furti di Twitter con il verificato si affida a un attacco chiamato “credential stuffing”,in questo tipo di attacco, gli hacker iniziano con un vasto database trapelato di combinazioni di nome utente e password, che non sono più difficili da trovare, grazie all’aumento di violazioni su larga scala. L’intruso usando la “forza bruta” per il nome utente e le password dalle credenziali abbinate sul modulo di accesso di Twitter e mette in vendita i successi di successo nei loro gruppi.

Un ex hacker di nome “Owen”, che ha lavorato allo sviluppo di programmi di riempimento delle credenziali, ha detto che in un dato momento decine di profili verificati sono compromessi e cercano un acquirente. In una conversazione DM che ho visto, un potenziale acquirente ha detto che stava cercando qualcuno con esperienza nel furto di NFT con profili verificati. “Posso fornirti circa 500 ‘verificati’ entro il prossimo mese”, ha aggiunto e mentre i compromessi individuali possono essere un fastidio per utenti come Pearl, è abbastanza strano che le piattaforme non sembrino turbate dal commercio di account per questi scopi.


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di quali sono i vantaggi online se si utilizza una firma digitale al posto della classica firma con la penna su carta che poi successivamente deve essere scannerizzata.

Nella nostra era digitale, è ormai diventato un luogo comune firmare documenti online utilizzando la cosiddetta firma digitale. Questa è una replica elettronica della firma di qualcuno, che può incollare nei documenti, eliminando la necessità di stamparli e scansionarli. Oltre ad accelerare notevolmente il processo di firma dei documenti, ciò consente anche di risparmiare una grande quantità di problemi.

Con la modernizzazione dei business, è incredibilmente comune ritrovarsi a dover firmare elettronicamente un documento. Sebbene ciò sia certamente conveniente, molte persone sono ancora preoccupate per le possibili implicazioni sulla sicurezza del passaggio alle firme elettroniche rispetto al collaudato metodo carta e penna.

Che cos’è una firma digitale?

Una firma digitale è una versione elettronica della firma fisica di qualcuno. Questi sono in genere basati sulla crittografia, con due chiavi, una privata e una pubblica, generate e assegnate alla firma. Queste due chiavi sono collegate matematicamente, con una connessione stabilita tra chiavi private e pubbliche.

Quando un utente firma un documento elettronico, assegna la propria chiave privata alla pagina e assegna il destinatario come titolare della chiave pubblica. Ciò significa che se una terza parte dovesse imbattersi nel documento, non avente la chiave pubblica, il che significa che non potrebbe accedere al documento o alle firme all’interno. Solo il destinatario previsto con la chiave pubblica sarebbe in grado di individuare il documento e vederne tutto il contenuto.

Questo metodo di crittografia a due livelli si basa su tecniche matematiche, assicurando che la firma sia autentica e non sia accessibile a chiunque. Sebbene molte persone diffidano della digitalizzazione delle firme, questi livelli di servizi di protezione le rendono molto più sicure delle firme fisiche.

Perché le firme digitali sono più sicure di quelle fisiche?

Le firme digitali, presentano diversi vantaggi principali per la sicurezza:
• Tracciabilità
• Protezione antifrode
• Sigillo nel caso di prova di manomissione
• Autentica doppia verifica

Protezione antifrode

La frode è una delle pratiche più comunemente associate quando si tratta di firme fisiche.
Sebbene si possa pensare che una firma elettronica possa essere semplicemente copiata e incollata o spostata da un documento all’altro, questo è tutt’altro che vero. Le firme elettroniche hanno diversi livelli di sicurezza che le tengono al sicuro:

CRC: ogni volta che viene rilevata una modifica con un file, un controllo di ridondanza ciclico (CRC) rileverà la presenza di errori. In questo modo, tutti i documenti sicuri rimangono senza errori e sono molto difficili da violare.
CA: la convalida dell’autorità di certificazione è il punto in cui solo alcune parti possono emettere e mantenere certificati digitali.
TSP: Le aziende che offrono documenti digitali per la firma con frequenza dovranno collaborare con un fornitore di servizi di fiducia.

Tracciabilità

Uno dei principali vantaggi delle firme digitali è il fatto che sono completamente tracciabili. Oltre al paragrafo qui sopra, sono anche incredibilmente facili da rintracciare. Sebbene questo possa essere utilizzato principalmente per motivi di sicurezza, significa quindi che i documenti sono molto difficili da manomettere.

Conclusione

Le firme digitali, sebbene siano una tecnologia abbastanza nuova, hanno fatto il giro del mondo, essendo utilizzate in una vasta gamma di settori diversi. Con la loro vasta convenienza e applicazioni in una gamma di circostanze diverse, sono diventate uno dei modi più efficaci per firmare rapidamente contratti online.

Questo è tutto riguardo i vantaggi e le varie motivazioni per utilizzare la firma digitale al posto della classica firma per contrassegnare i vari documenti, ad un prossimo articolo.