Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di come creare una campagna pubblicitaria utilizzando solamente Google.

Nell’ultimo decennio, la pubblicità PPC è diventata essenziale per quasi tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore.

Essendoci molta gente esperta con questa guida passo passo sarai in grado di pubblicizzarti online senza troppe complicazioni.

Passaggio 1: crea un account

La prima cosa che devi fare è creare un account Google Ads. Per fare ciò, vai su ads.google.com e fai clic su “Inizia ora”. Questo ti porterà a una pagina in cui dovrai accedere con un account Google o crearne uno nuovo.

Una volta effettuato l’accesso, verrà visualizzata una schermata che richiede il tuo obiettivo pubblicitario principale. Nella parte inferiore di questa schermata in cui ti trovi vedrai un collegamento (molto, molto piccolo) che dice “Passa alla modalità Esperto”. Fai clic su di esso e quindi inizieremo con l’impostazione della tua prima campagna.

Passaggio 2: scegli il tipo di campagna

  • Obbiettivo della campagna

Ora che sei passato alla modalità Esperto, vedrai che puoi iniziare a configurare la tua campagna con una varietà di opzioni basate sugli obiettivi.

Le opzioni disponibili sono: vendite, lead, traffico sul sito Web, considerazione su prodotti e marchi, consapevolezza e copertura del marchio, promozione dell’app; oppure puoi scegliere di creare una campagna senza la guida di un obiettivo.

  • Tipi di campagna

Il passaggio successivo è scegliere il tipo di campagna che desideri creare.

Puoi scegliere tra sei diversi tipi di campagna: ricerca, display, shopping, video e app. Per questa guida ci concentreremo solo su come impostare una campagna sulla ricerca. E se non conosci la pubblicità PPC, la ricerca è quasi sempre il miglior punto di partenza.

Detto questo, qua di seguito troverete una breve spiegazione dei vari tipi di campagna:

Ricerca : le campagne di ricerca vengono utilizzate per mostrare annunci di testo nelle pagine dei risultati di ricerca di Google. Questi annunci vengono attivati ​​dalle query di ricerca (le parole che un utente digita nel prompt di ricerca). Potrai indirizzare queste query di ricerca scegliendo parole chiave correlate al tuo prodotto o servizio.

Display : Google ha accesso a una rete di oltre 2 milioni di siti Web (e oltre) in cui possono inserire annunci di testo, video e illustrati. Ci sono una varietà di opzioni di targeting con le campagne display tra cui parole chiave, segmenti di pubblico, posizionamenti e altro ancora. Le campagne display sono ottime per aumentare la consapevolezza del marchio o per coinvolgere nuovamente i visitatori del sito Web passati mentre navigano in Internet.

Video : YouTube è ora il secondo motore di ricerca più popolare al mondo, dietro a Google. Dal tuo account Google Ads puoi creare campagne pubblicitarie video per mostrare i tuoi video pubblicitari su YouTube. Anche in questo caso ci sono una varietà di opzioni di targeting, simili a quelle menzionate con Display.

App : se si tratta di un’app che stai cercando di promuovere con Google Ads, le campagne per app sono le tue migliori (e uniche) opzioni. Con le campagne per app potrai pubblicizzare la tua app su molte proprietà di Google, tra cui Ricerca, YouTube, Rete Display e Google Play Store. Queste campagne sono completamente automatizzate, quindi una volta che hai impostato

Passaggio 3: impostazioni

Le impostazioni della campagna sono suddivise in 2 sezioni: Targeting e segmenti di pubblico, ed Estensioni annuncio. Esamineremo ogni sezione, evidenzieremo le tue opzioni e ti aiuteremo a orientarti nella giusta direzione su quali scelte fare.

Targeting e pubblico

Ora passeremo a perfezionare le tue opzioni di targeting per assicurarci che i tuoi annunci vengano mostrati alle persone giuste.

Posizioni

Innanzitutto, selezionerai le località geografiche in cui desideri pubblicare i tuoi annunci. Il tuo targeting può essere ampio come il mondo intero o specifico come un singolo codice postale. Le opzioni per impostazione predefinita sono: Tutti i paesi e territori, Stati Uniti e Canada, Stati Uniti e Inserisci un’altra posizione. Per scegliere come target località a livello di città, stato, codice postale, seleziona l’opzione “Inserisci un’altra località” e quindi fai clic su Ricerca avanzata. Da lì sarai in grado di scegliere le tue posizioni target specifiche.

Passaggio 4: imposta i gruppi di annunci e le parole chiave

Il passaggio successivo nella configurazione della tua campagna Google Ads consiste nel creare gruppi di annunci. I gruppi di annunci sono insiemi di parole chiave correlate che condividono uno o più annunci. Quando scegli le parole chiave da utilizzare, inizia innanzitutto con il tuo prodotto o servizio principale. Ti consiglio di creare un solo gruppo di annunci qui, quindi di creare il resto della tua campagna utilizzando lo strumento Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google . Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave rende molto più semplice e veloce la ricerca delle parole chiave e l’organizzazione in gruppi di annunci.

Passaggio 5: crea annunci

Ora che hai impostato il tuo primo gruppo di annunci, dovrai scrivere un annuncio per esso. Esaminiamo ogni elemento di un annuncio ed esaminiamo alcune pratiche per iniziare.

URL finale : l’URL finale è la pagina del tuo sito Web a cui si collegherà il tuo annuncio. Il contenuto di questa pagina deve corrispondere al prodotto o servizio promosso dal tuo annuncio. Se non hai una pagina o una pagina di destinazione sul tuo sito che corrisponda molto a ciò che stai promuovendo, la tua home page è l’opzione migliore successiva.

Titoli : Google ti consente di mostrare fino a tre titoli con il tuo annuncio. Vuoi approfittare di tutti e tre. Ogni titolo consente solo 30 caratteri, quindi dovrai essere creativo e coinciso nel comunicare il tuo messaggio. I tuoi titoli dovrebbero riguardare il prodotto o il servizio che stai promuovendo

Descrizioni : puoi aggiungere fino a due descrizioni di 90 caratteri ciascuna. Qui puoi davvero approfondire la tua offerta e la tua attività.

Passaggio 6: imposta la fatturazione

L’ultimo passaggio per creare il tuo nuovo account e la prima campagna consiste nell’inserire i tuoi dati di fatturazione.

Questo è tutto ora puoi andare a sponsorizzarti, ad un prossimo articolo.


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare della nuovissima versione di opera, incentrata sul trend del momento, il web 3.0.

Opera, il famoso browser, ha introdotto una versione beta del suo browser crittografico web3. La nuova versione beta è più di un semplice navigatore Internet medio. Insieme a funzionalità come un portafoglio di criptovaluta integrato e una scorciatoia per passare rapidamente tra diversi scambi di criptovalute. Hanno anche aggiunto il supporto per app decentralizzate.

Browser crittografico Web3

Il browser crittografico Opera Web3 supporta sia la criptovaluta che la tecnologia blockchain. Può funzionare in un ambiente in cui le valute digitali sono accettate e archiviare i tuoi fondi in modo sicuro per l’uso sul Web o quando si effettuano transazioni tramite modelli NFC (Sony).

Blockchain è una soluzione decentralizzata che riduce la necessità di verifiche di terze parti fornendo fiducia nelle transazioni tramite firme digitali. Inoltre, i blocchi di questa rete sono sparsi su Internet, quindi è difficile da hackerare. Blockchain è il futuro. È stato implementato e testato contro le principali società che hanno visto il suo potenziale per rivoluzionare il loro settore.

La blockchain è come un sistema di sicurezza per archiviare e trasmettere dati. È difficile per chiunque altro vedere cosa stai facendo su questa piattaforma decentralizzata perché tutte le copie sono identiche, il che la rende super sicura. Al giorno d’oggi, la tecnologia blockchain si trova ad essere utilizzata non solo da chi cerca l’anonimato ma anche la trasparenza. Che tu sia un artista che desideri tutelare i diritti dei creativi domestici.

Funzionalità del browser Web3

Il nuovo Opera Web3 Crypto Browser ti permette di esplorare il mondo emergente delle app web decentralizzate. In questo momento, è principalmente una casa online per gli appassionati di criptovalute e strane applicazioni blockchain con token a volte interessanti su di esse.

Il futuro di Web3 è qui! Con il browser Opera, ora puoi goderti un Internet decentralizzato in cui tutto ciò che fai sarà ricompensato con token. Questa base per l’adozione di massa è stata sviluppata da un’azienda innovativa che comprende quanto siano importanti la sicurezza e la privacy nel mondo di oggi: un luogo senza questi due elementi essenziali ci porterebbe sicuramente nel caos”.

In un annuncio ufficiale , Opera ha dichiarato:

“ Troppo poche delle esperienze di navigazione web offerte oggi sono state costruite con l’intenzione di mettere Web3 al centro della scena e rendere le tecnologie blockchain comprensibili e facili da usare. Con il Crypto Browser Project, abbiamo deciso di cambiare questa situazione e, a partire da oggi, invitiamo la comunità blockchain a unirsi a questa missione. Se vogliamo portare Web3 oltre le grandi idee, dobbiamo creare prodotti che accolgano sia gli appassionati di criptovalute che capiscono lo spazio sia coloro che stanno appena iniziando e vogliono esplorarlo. La nostra convinzione è che il mondo della blockchain abbia bisogno di un’esperienza di navigazione completamente dedicata “.

Il browser crittografico è un nuovo modo per rendere il trading di criptovaluta facile e senza interruzioni. Consente agli utenti che non vogliono il fastidio di soluzioni di terze parti come Coinbase o Bitstamp di scambiare le proprie monete direttamente dall’interno dell’opera senza preoccuparsi di perdere chiavi private.

Crypto Corner è un’estensione del browser unica nel browser crittografico Web3 che contiene le notizie crittografiche più attuali ed essenziali. Così non perderai mai più un aggiornamento sulle nuove applicazioni decentralizzate.

Futuro della tecnologia blockchain

Il futuro sembra ottimo per la blockchain e le criptovalute. Alcune persone pensano che sarà una delle reti più critiche nel nostro mondo digitale.Al contrario, altri si preoccupano del suo impatto ambientale o della velocità con cui queste tecnologie si saturano della capacità di archiviazione dei dati come stanno facendo attualmente a causa della loro popolarità tra gli utenti di tutto il mondo. È troppo presto per dire che la blockchain non avrà mai successo. La tecnologia ha ancora molte fasi di sviluppo. Abbiamo bisogno di tempo affinché il suo pieno potenziale si dispieghi prima di trarre conclusioni sul fatto che questa nuova invenzione possa rivoluzionare o meno il modo in cui viviamo completamente le nostre vite.

Versioni disponibili del browser Web3 Crypto

Prova questo nuovo browser finora disponibile per Mac, Android e Windows. La versione iOS sarà rilasciata a breve.

Questo è tutto sulla nuovissima versione di Opera, ad un prossimo articolo.


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di come stare al sicuro per fare acquisti online.

Lo shopping online è una novità per alcuni, soprattutto dall’inizio della pandemia di COVID-19, ma è già un modo preferito per fare acquisti per molti. È facile e conveniente e puoi fare acquisti comodamente da casa tua. Ci sono alcune fantastiche offerte da trovare se sai dove cercare.

Tuttavia, come per tutto ciò che comporta le tue informazioni personali, ci sono alcuni rischi e. Con questi 10 suggerimenti, scoprirai come evitare le fregature e mantenere i tuoi dati al sicuro, in modo che tu possa goderti acquisti sicuri e protetti ogni volta!

1. Assicurati che il sito web sia sicuro prima di inserire le tue informazioni.

Il sito Web dovrebbe avere un lucchetto verde nella barra degli indirizzi e l’URL deve iniziare con “HTTPS”. Se l’URL non inizia con “HTTPS”, non inserire le tue informazioni. Puoi sempre controllare la sicurezza del sito cliccando sul lucchetto.

2. Non inserire i dati della tua carta di credito in nessun sito web che non è sicuro:

I siti Web fraudolenti hanno spesso un indirizzo Web molto simile a un sito legittimo, ma con una o due lettere modificate. Dovresti anche essere a conoscenza dei siti Web che richiedono i dati della tua carta di credito prima ancora di aver effettuato un ordine.

3. Fai attenzione alle truffe di phishing:

Le truffe di phishing tentano di indurti a divulgare le tue informazioni personali travestendosi da e-mail legittime di aziende famose.

4. Non dimenticare di controllare l’informativa sulla privacy:

Controlla sempre la politica sulla privacy di un sito web prima di fare acquisti lì, per assicurarti che le tue informazioni siano al sicuro. Questo ti dirà come il sito prevede di utilizzare le tue informazioni e se verranno condivise con terze parti. Fai attenzione se la politica afferma che le tue informazioni potrebbero essere condivise con “terze parti non affiliate”. Ciò significa che i tuoi dati potrebbero essere condivisi con qualsiasi azienda, anche se non ne hai mai sentito parlare prima.

5. Acquista su siti Web affidabili di cui ti fidi:

Se non conosci il sito web, fai qualche ricerca prima di effettuare un acquisto. Cerca le recensioni online per vedere cosa hanno da dire gli altri sulla loro esperienza con il sito. In caso di controversia, ti consigliamo di poter contattare facilmente l’azienda.

6. Leggi i termini e le condizioni di acquisto prima di effettuarlo:

Questo ti dirà quali sono i tuoi diritti se qualcosa va storto con il tuo acquisto. Ad esempio, se l’articolo che hai ordinato arriva danneggiato, puoi restituirlo?

7. Fai attenzione ai siti Web falsi che offrono grandi offerte su articoli famosi:

Questi siti spesso richiedono che tu fornisca i dati della tua carta di credito, ma i prodotti che vendono sono spesso di scarsa qualità o addirittura falsi.

8. Usa una carta di credito anziché una carta di debito quando fai acquisti online:

Ciò ti fornirà una certa protezione se il sito Web con cui stai acquistando non è legittimo. Le carte di credito non sono così vulnerabili alle frodi come lo sono le carte di debito e offrono una maggiore protezione dei consumatori in caso di controversia.

9. Mantieni aggiornato il software del tuo computer:

Ciò include il browser Web, il software antivirus e il sistema operativo. Assicurati di aver installato gli aggiornamenti più recenti, poiché includeranno patch di sicurezza che ti aiuteranno a proteggere il tuo computer da software dannoso . Tieni presente che il software obsoleto è più vulnerabile agli attacchi degli hacker.

10. Mantieni aggiornato il tuo software antivirus:

Proprio come mantieni aggiornato il software del tuo computer, è importante mantenere aggiornato anche il tuo software antivirus. Ciò contribuirà a proteggere il tuo computer da malware e altre minacce online. Di solito, il tuo software antivirus si aggiornerà automaticamente, ma puoi anche verificare la presenza di aggiornamenti manualmente.

Puoi fare tutti gli acquisti delle vacanze senza problemi se applichi questi suggerimenti. A volte, le migliori offerte sono troppo belle per essere vere . I criminali contano sul fatto che gli acquirenti non prestino attenzione ai dettagli, come siti Web fasulli e offerte false. Ma se ti armi delle giuste informazioni, allora puoi tranquillamente approfittare di grandi affari e risparmiare denaro. E non dimenticare di conservare le ricevute nel caso in cui sia necessario effettuare un reso o un cambio. Felice shopping!


Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di quello che sta succedendo in casa Kaspersky.

L’Ufficio federale per la sicurezza delle informazioni in Germania ha esortato gli utenti a disinstallare qualsiasi prodotto Kaspersky dai propri dispositivi e sostituirlo con uno alternativo.

Il Bundesamt für Sicherheit in der Informationstechnik (BSI) o l’Ufficio federale per la sicurezza tedesca hanno rilasciato un comunicato stampa martedì 15 marzo, in cui avvertivano gli utenti di non utilizzare i prodotti di sicurezza forniti da Kaspersky Labs, una società informatica con sede a Mosca, in Russia fornitore di sicurezza e antivirus.

L’agenzia ha poi esortato gli utenti a disinstallare qualsiasi prodotto Kaspersky dai propri dispositivi e sostituirlo con uno alternativo. BSI ha avvertito che l’attuale conflitto militare è associabile a un rischio considerevole di un attacco informatico. Si teme anche che la sede a Mosca renda Kaspersky Labs vulnerabile a essere sfruttato e spiato dal governo russo.

Un produttore di IT russo può eseguire lui stesso operazioni offensive, ed essere costretto ad attaccare i sistemi di destinazione contro la sua volontà, o essere spiato a sua insaputa come vittima di un’operazione informatica, o essere utilizzato in modo improprio come strumento per attacchi contro i propri clienti.

Ha dichiarato la BSI

L’agenzia ha inoltre spiegato nel suo comunicato stampa che la fiducia nell’affidabilità e nell’autoprotezione di un produttore, nonché nella sua autentica capacità di agire, è fondamentale per l’uso sicuro di tali sistemi. Se ci sono dubbi sull’affidabilità del produttore, il software di protezione antivirus rappresenta un rischio particolare per la protezione dell’infrastruttura IT.

La risposta di Kaspersky:

Kaspersky ha criticato BSI sostenendo che il suo avvertimento è motivato politicamente piuttosto che basato su una valutazione tecnica dei suoi prodotti.

La nostra infrastruttura di elaborazione dati è stata trasferita in Svizzera nel 2018: da allora, i file dannosi e sospetti condivisi volontariamente dagli utenti dei prodotti Kaspersky in Germania vengono elaborati in due data center a Zurigo che forniscono strutture di prim’ordine, nel rispetto degli standard di settore, per garantire i massimi livelli di sicurezza.

Oltre alle nostre strutture di elaborazione dei dati relative alle minacce informatiche in Svizzera, le statistiche fornite dagli utenti a Kaspersky possono essere elaborate sui servizi di Kaspersky Security Network dislocati in vari paesi del mondo, inclusi Canada e Germania. La sicurezza e l’integrità dei nostri servizi di dati e delle pratiche ingegneristiche sono state confermate da valutazioni di terze parti indipendenti: attraverso l’audit SOC 2 condotto da un revisore dei “Big Four” e attraverso la certificazione ISO27001 e la recente ricertificazione da parte di TÜV Austria.

Mentre le autorità tedesche temono che il governo russo possa hackerare Kaspersky Labs e abusare dell’infrastruttura dell’azienda a sua insaputa, nel giugno 2015 il gigante della sicurezza informatica ha subito un attacco informatico in cui gli hacker hanno utilizzato il malware Duqu per violare le difese dell’azienda.

Secondo Kaspersky, gli hacker erano “una generazione avanti rispetto a qualsiasi cosa vista” poiché utilizzavano un metodo che utilizzava le vulnerabilità o i difetti “zero-day” presenti nel software di cui anche gli sviluppatori erano all’oscuro. Nell’ottobre 2017, in un rapporto è stato rivelato che nel 2015 spie israeliane sono riuscite ad accedere ai sistemi back-end di Kaspersky e hanno identificato che gli hacker russi stavano utilizzando discretamente il software sia come motore di ricerca universale che come strumento di spionaggio. È stato anche riferito che i russi hanno violato i server di Kaspersky per ottenere dati sospetti che l’antivirus ha identificato e abbinato ai nomi in codice assegnati agli exploit software statunitensi. Ciò significa che, all’insaputa di Kaspersky, il governo russo stava utilizzando il suo software come strumento di spionaggio per ottenere dettagli sugli strumenti e le tattiche di cyber-spionaggio utilizzate dalle agenzie di intelligence americane, inclusa la NSA.

Questa non è la prima volta che Kaspersky Labs viene segnalato dalle autorità a causa di tensioni geopolitiche. Nel luglio 2017, a Kaspersky Labs è stato vietato negli Stati Uniti lo sviluppo di software dopo che la società è stata accusata di avere legami con il Cremlino e la sua agenzia di intelligence FSB. In risposta, Eugene Kaspersky, CEO di Kaspersky Labs, ha negato tutte le accuse e si è offerto di condividere il  codice sorgente del software sviluppato dalla sua azienda.

A questo punto resta a voi scegliere come operare, crediamo che Kaspersky non voglia assolutamente avere a che fare con la Russia in questo momento, però bisogna considerare che non sappiamo esattamente quali informazioni sanno gli ingegneri con sede a Mosca.