Miso: l’Amazon dei servizi per la casa coreana

Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare del fatto che un app coreana, Miso,che  vuole ambisce a diventare l’Amazon dei servizi per la casa.

Negli ultimi sette anni, Victor Ching si è ritagliato una nicchia nello spazio delle pulizie domestiche in Corea del Sud con la sua app chiamata Miso. Sebbene sia un mercato relativamente piccolo rispetto al mercato tech o alla consegna del cibo, l’app, che collega gli addetti alle pulizie con i clienti, è il leader di categoria nel paese per utenti.

Miso, che significa “sorriso” in coreano, ha gestito oltre 5 milioni di prenotazioni dalla sua fondazione nel 2015. Di queste, quasi il 90% proviene da clienti abituali, afferma la società con sede a Seoul. I principali investitori di startup, tra cui l’incubatore della Silicon Valley Y Combinator e Strong Ventures con sede a Los Angeles, hanno sostenuto Miso, che fino ad oggi ha raccolto oltre 11 milioni di dollari.

Dopo anni di crescita costante nel mercato della pulizia domestica della Corea del Sud, il cofondatore e CEO Ching sta portando Miso alla fase successiva. Mira a replicare il successo di Miso con gli altri 70 servizi che offre ora e fare la sua prima mossa all’estero. Per aiutare ad alimentare la sua espansione, Miso si prepara a raccogliere 30 milioni di dollari in nuovi finanziamenti quest’anno.

“Siamo concentrati sulla creazione di una piattaforma che renda i servizi di prenotazione facili come l’acquisto di un prodotto online”, afferma Ching, 41 anni, in un’intervista video dal suo ufficio a Seoul. Miso, che l’ anno scorso è entrata nella lista inaugurale dei 100 da tenere d’occhio, punta a diventare l’Amazon dei servizi per la casa. “Espandere la selezione è molto importante nell’e-commerce”, afferma, indicando il successo dell’azienda del miliardario Jeff Bezos .

Attraverso la sua app, Miso offre servizi regolari, come pulizie domestiche, lavanderia e pet sitter,  lavori occasionali come riparazioni, traslochi e ristrutturazione di interni. La società afferma di avere più di 500.000 clienti paganti e oltre 50.000 fornitori di servizi sulla sua piattaforma. “Potresti aver bisogno di un’ampia varietà di servizi, quindi riteniamo che la migliore esperienza che possiamo offrire ai nostri clienti sia quella di offrire uno sportello unico in cui apri l’app Miso e lo facciamo”, afferma Ching .

Miso ha visto le sue vendite salire alle stelle, ma Ching ha rifiutato di fornire cifre specifiche sulle entrate, però ha condiviso che le prenotazioni lorde sono quasi triplicate a oltre $ 128 milioni l’anno scorso da circa $ 47 milioni del lontano 2020. Inoltre si aspetta ulteriore accelerazione se le prossime funzionalità che verranno aggiunte funzioneranno come si deve.

Mentre il piano di Ching per una piattaforma di servizi domestici è ambizioso, John Nahm, cofondatore e socio amministratore di Strong Ventures, è fiducioso. “Proprio come molti grandi fondatori, Victor è molto basato sui dati”, afferma Nahm, la cui azienda ha investito in titoli come il mercato dell’usato unicorno Danggeun Market e l’exchange di criptovalute Korbit. “È molto meticoloso nel suo approccio alle nuove attività. Ci prova, fa un rapido esperimento e poi, se i dati mostrano che può funzionare, va all-in”, afferma Nahm.

Prima di avviare Miso, Ching ha cofondato un’app di appuntamenti chiamata Chinchin nel 2014 che ha fallito dopo quasi due anni. “Ho imparato una lezione importante che la convalida esterna da parte degli investitori e/o della stampa non ha valore”, ha scritto Ching a proposito dell’esperienza. “Tutto ciò che conta è che i clienti amino il tuo prodotto.” In precedenza, Ching, che è cresciuto alle Hawaii e ha studiato economia all’Università dell’Illinois Urbana-Champaign, è stato chief product officer e dipendente n. 2 presso l’app di consegna cibo Yogiyo.

Miso prevede di utilizzare il suo round di serie B per alimentare la sua crescita. “La nostra piattaforma principale sta funzionando e sicuramente un finanziamento importante aiuterebbe ad accelerarlo”, afferma Ching, aggiungendo che il round dovrebbe essere completato quest’estate. La sua ultima raccolta fondi risale al 2018, quando si è assicurata 8 milioni di dollari da Strong Ventures e Y Combinator, nonché da AddVenture, una società di capitale di rischio incentrata sui servizi per la casa, e dal capitale sociale del venture capitalist Chamath Palihapitiya .

Ching, ha grandi progetti di espansione internazionale e attualmente sta guardando a Hong Kong, Indonesia, Singapore ed europa. Invece di lanciare semplicemente versioni di Miso in cinese o inglese, Ching preferisce collaborare con affermati fornitori locali di servizi a domicilio, ad esempio condividendo la sua piattaforma e il suo know-how. “Quando prenderemo la decisione definitiva di entrare in un nuovo mercato, lavoreremo con un partner locale che è già in quello spazio”, dice Ching, aggiungendo che ha incontrato alcuni fornitori ma deve ancora concludere un accordo. “Poiché i servizi a domicilio sono altamente locali, preferiamo lavorare con aziende esistenti e fondatori nell’ecosistema locale”.