Samsung ha creato una fotocamera da 200mp

Buongiorno cari lettori, oggi vi andremo a parlare di Samsung che ha creato una fotocamera da ben 200MP per smartphone.

Il sensore per smartphone da 200 megapixel di Samsung non è ancora diventato un dispositivo di consumo, ma l’azienda ha già iniziato a pubblicizzare ciò che può fare stampando un’enorme foto di 616 metri quadrati (2.021 pixel scattata con esso)

il Samsung ISOCELL HP1 da 200 megapixel è stato annunciato lo scorso settembre ed è il primo del settore a raggiungere una tale risoluzione e si basa su 0,64 µm-pixel e una nuova tecnologia di binning di pixel chiamata ChameleonCell.

Samsung ha poi spiegato che il vantaggio di 200 megapixel non è solo che le foto sono più grandi, ma che i dettagli possono essere preservati anche dopo che sono state ingrandite o ritagliate digitalmente.

La società afferma che le foto scattate alle dimensioni massime hanno una risoluzione effettiva di 16.384 x 12.288 pixel e possono essere catturate a una velocità fino a 7,5 al secondo. Con una risoluzione compressa di 50 megapixel, il sensore può scattare fino a 30 fotogrammi al secondo e fino a 120 fotogrammi al secondo a 12,5 megapixel.

Anche se il sensore non è stato ancora implementato in uno smartphone consumer, Samsung ha deciso di intraprendere una sfida e creare una foto che potesse essere stampata larga 28 metri e alta 22 metri , che è circa una volta e mezzo la dimensioni di un campo da basket.

“Mi sono sempre chiesto quanto potresti arrivare in grande quando si tratta di stampare un’immagine da 200 MP”, afferma Minhyuk Lee, un ingegnere del Sensor Solutions Team presso il System LSI Business di Samsung. “Per quanto emozionante sia stata, la sfida è stata impegnativa, poiché questa è stata la prima volta che abbiamo mostrato la qualità di un sensore di immagine che deve ancora essere adottato negli smartphone”.

Poiché il sensore è ancora in fase di sviluppo, Samsung lo ha fornito al fotografo Hyunjoong Kim che doveva usarlo mentre era ancora montato su una scheda di prova. La società afferma che girare con esso è stato complicato perché il modulo non è ancora completamente ottimizzato. A questa complicazione si è aggiunta la scelta di fotografare un soggetto in movimento: un gatto.

“Scegliere un gatto come nostro soggetto è stata una decisione difficile. Ci ha dato molti ostacoli da superare, come catturare un soggetto così attivo con una lavagna di prova. Tuttavia, il team ha concluso che il soggetto doveva essere qualcosa che mettesse in mostra un alto livello di dettaglio e che fosse un soggetto fotografico popolare allo stesso tempo”, afferma Lee.

Samsung afferma che la troupe cinematografica ha utilizzato metodi diversi per scattare una serie di foto utilizzando un obiettivo di dimensioni standard che hanno collegato al minuscolo sensore e alla scheda di prova.

Una volta scattata la foto, è stata stampata su 12 pezzi separati di tessuto lunghi 2,3 metri che sono stati poi cuciti insieme. La stampa è stata quindi trasportata su un camion e installata sulla parete di un edificio utilizzando una gru.

Normalmente, le foto delle dimensioni di un cartellone pubblicitario non sono davvero un ottimo modo per apprezzare l’alta risoluzione data la distanza di visualizzazione prevista. Detto questo, Samsung sembra indicare che la foto può essere visualizzata con alta fedeltà, anche da vicino.

“Quando l’immagine è stata spiegata per la grande rivelazione, la sua vera enormità mi ha davvero colpito, e non solo per le sue dimensioni reali. Nel momento in cui ho assistito ai 200 milioni di pixel che ritraggono gli straordinari dettagli degli occhi e della pelliccia del gatto, sono stato sopraffatto da tutto lo sforzo che era stato dedicato allo sviluppo di questo prodotto finale”, afferma il capo progetto per la puntata della foto.

Resta da vedere come quella risoluzione si traduca bene in uno chassis per smartphone, dal momento che l’ottica disponibile sarà significativamente più piccola di quella utilizzata dal fotografo per catturare l’immagine promozionale.